Presidenza del Consiglio dei Ministri

Dipartimento della Funzione Pubblica


Lavoro Agile

Art. 14 della Legge 7 agosto 2015, n. 124

Il lavoro agile

La promozione della conciliazione dei tempi di vita e di lavoro cui è dedicato l’art. 14 della Legge 124/2015 di riorganizzazione delle PA, è prevista nelle agende politiche europee ormai da più di un ventennio. Il Parlamento europeo ha in più occasioni evidenziato come la conciliazione della vita professionale e familiare deve essere sostenuta, anche per contribuire al conseguimento degli obiettivi della strategia Europa 2020 sull'occupazione femminile. La riforma introdotta con la direttiva del Ministro della Funzione Pubblica e le relative linee guida, rendono obbligatoria per le amministrazioni l’attivazione di modalità di lavoro a distanza. L’impianto delineato spinge infatti gli enti a sperimentare, insieme al telelavoro, le modalità che ritengono più adeguate sulla base delle funzioni svolte e dei servizi erogati, al fine di conciliare le esigenze e personali dei dipendenti con l’efficacia e l’efficienza dell’azione amministrativa. L'obiettivo è quello di permettere, entro un triennio, ad almeno il 10 per cento dei dipendenti, ove lo richiedano, di usufruire di tale opportunità di riorganizzazione del proprio tempo di lavoro e di vita. Il raggiungimento di tale obiettivo, sarà anche oggetto di valutazione per i dirigenti di struttura.

Scopri di più

Proposte metodologiche

In base all’articolo 14, comma 1, della legge 124/2015, le amministrazioni pubbliche sono chiamate a sperimentare nuove modalità spazio-temporali di svolgimento della prestazione lavorativa, anche al fine di tutelare le cure parentali.

La disposizione consente a ciascuna amministrazione, nell'ambito della propria autonomia organizzativa, di individuare le modalità innovative, alternative al telelavoro, più adeguate rispetto alla propria organizzazione, alle esigenze di conciliazione dei tempi di vita e di lavoro dei lavoratori e al miglioramento della qualità dei servizi erogati, fermo restando il rispetto delle norme e dei principi in tema di sicurezza sul luogo di lavoro, tutela della riservatezza dei dati e verifica dell’adempimento della prestazione lavorativa. 

Scopri di più

Aspetti organizzativi, gestione del rapporto di lavoro e relazioni sindacali

Il lavoro agile viene svolto senza precisi vincoli di orario o di luogo di lavoro, con il possibile utilizzo di strumenti tecnologici. La prestazione lavorativa può essere eseguita in parte all’interno di locali dell’amministrazione e in parte all’esterno senza una postazione fissa.
Scopri di più

Infrastrutture tecnologiche e protezione dei dati, custodia, riservatezza

Lo smart working è un approccio innovativo all’organizzazione del lavoro, volto alla flessibilità e all’autonomia di scelta di spazi, orari e strumenti con cui lavorare. 
Scopri di più

Misurazione e valutazione delle performance

Lo smart working è uno strumento che ha l’obiettivo di incrementare la produttività del lavoro in termini di miglioramento della performance individuale ed organizzativa.
Scopri di più

Salute e sicurezza sul lavoro

Il datore di lavoro deve predisporre un’informativa da consegnare al lavoratore che svolge la prestazione in modalità di lavoro agile e al Rappresentante dei lavoratori per la sicurezza (RLS) dell’amministrazione. I contenuti dell’informativa dovranno essere sviluppati in funzione dei rischi generali e rischi specifici connessi alla particolare modalità di esecuzione del rapporto di lavoro in ambienti diversi da quelli aziendali.
Scopri di più

Attuazione e monitoraggio della direttiva

Per una migliore attuazione della Direttiva è prevista una azione periodica di monitoraggio volta ad acquisire dati e informazioni sull'attivazione, da parte delle amministrazioni, di modalità di lavoro a distanza al fine di garantire, nel triennio, che almeno il 10 per cento dei dipendenti, ove lo richiedano, possano usufruire di tale opportunità di riorganizzazione del proprio tempo di lavoro e di vita.

Inizia la compilazione del questionario di rilevazione sullo stato di applicazione del Lavoro agile nelle pubbliche amministrazioni.
Scopri di più

Lavoro Agile

Presidenza del Consiglio dei Ministri

Dipartimento della Funzione Pubblica

all right reserved